Il Pentolino di Rame | I Fusilli con la Roveja e un’invasione di libri!
21549
post-template-default,single,single-post,postid-21549,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-4.2,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.4,vc_responsive
Pasta con la roveja

I Fusilli con la Roveja e un’invasione di libri!

La nostra casa è invasa ormai…ci sono libri ovunque: dentro i cassetti, negli armadi, sopra i pensili della cucina, per terra e in posti improvvisati appositamente creati per fungere da libreria.

Complici un numero di metri quadrati decisamente risicato ed una propensione per l’acquisto compulsivo, ne abbiamo di ogni genere e dimensione.

Io ho una maniera tutta mia di approcciarmi ai libri,  non convenzionale e poco ortodossa forse. Raramente un libro mi rapisce, se accade lo leggo tutto d’un fiato e si tratta di solito di romanzi. Capita poi che io lo rilegga, a distanza di tempo.

Generalmente invece mi piace utilizzare i libri per consultarli, come si fa con quelli di ricette. Mi capita spesso di avere un concetto in testa, di associarlo a qualcosa che ho letto e di andare a ripescare un passo per prendere possesso di quelle parole, come fossero mie, per verbalizzare quel pensiero. Altrimenti mi pare che rimanga inespresso.

Avete presente quando quello scrittore, cantante o poeta dice esattamente quello che pensiamo ma lo dice “meglio”? Ecco così.

Oppure la consultazione avviene per cercare qualche nozione; avendo una memoria piuttosto labile, i libri diventano il mio hard disk esterno.

Oggi ad esempio sfogliavo una pubblicazione molto bella dell’ ASSAM “La biodiversità agraria delle Marche”. Dentro si trovano delle schede tecniche di tantissime varietà di frutta, verdure, legumi con interessanti indicazioni rispetto alla storia, alle coltivazioni e ai produttori.

Volevo proprio sapere qualcosa in più di questo legume che ormai cucino spesso: tondo e piccolo come un pisello ma più compatto e terroso!

 

Ingredienti

(per due persone)

200 gr di fusilli

70 gr di guanciale

circa 15 cavoletti di Bruxelles

100 gr di roveja precedentemente cotta

peperoncino fresco a piacere

mezza cipolla bianca media

olio evo

Parmigiano Reggiano

 

Quali prodotti ho utilizzato:

I fusilli sono di Pasta Mancini di Monte San Pietrangeli (FM)

il guanciale è della Società Agricola Bio di  Nuccelli Serena e Barbara di Cingoli (MC)

la Roveja è dell’azienda Medei Nazzareno di Appignano (MC)

I peperoncini sono dell’azienda Green Project di Manuel Mandolesi di Montelupone (MC)

L’olio è un blend dell’Azienda Agraria Clarici di Foligno (PG)

Il Parmigiano è un 30 mesi del Caseificio Rosola Di Zocca (MO)

 

Un cavoletto di Bruxelles

Un cavoletto di Bruxelles

 

Procedimento: 

Far soffriggere la cipolla tagliata a cubetti in tre cucchiai di olio ed aggiungere il guanciale a cubetti. Attendere che la cipolla si imbiondisca e che la parte grassa del guanciale diventi trasparente.

Aggiungere i cavoletti di Bruxelles tagliati a metà e lasciarli cuocere per non più di dieci minuti, devono rimanere abbastanza croccanti.

Aggiungere la roveja ed il peperoncino. Abbondate pure se siete amanti del piccante!

Aggiungete i fusilli che avrete scolato al dente e servite con l’aggiunta di olio a crudo e una spolverata di Parmigiano.

 

 

Nessun Commento

Scrivi un Commento